Associazione Nazionale del Libero Pensiero "Giordano Bruno"

Requires Acrobat Reader.

 
 

 

L’ultimo anatema sulla scienza maligna

di Miriam Mafai*

edwardsSi chiudano dunque i laboratori. Dietro ogni scienziato chino sulle sue provette Ŕ riconoscibile il Maligno. In particolare quando lo scienziato si permetta di indagare su quello che per millenni Ŕ stato un mistero imperscrutabile, il mistero della procreazione. Questo era e resta il giudizio della Santa Sede. Questo Ŕ il giudizio della Santa Sede anche nel momento in cui a Robert Edwards viene conferito il premio Nobel per la medicina.
Ma, se la Santa Sede protesta, centinaia di migliaia di donne saluteranno con soddisfazione questo riconoscimento al medico che ha regalato loro la gioia della maternitÓ. Robert Edwards Ŕ infatti lo scienziato inglese che, nel 1978, dopo un lungo periodo di ricerca e di tentativi, Ŕ riuscito, per la prima volta a far incontrare in provetta uno spermatozoo e un ovulo. Da quell’incontro nasceva Louise Brown. Oggi Louise Ŕ una giovane donna, sana e felice, che ha dato vita, in modo naturale, ai suoi bambini. E in tutto il mondo, grazie al lavoro di Edwards vivono, sani e felici, centinaia di migliaia di bambini “figli della provetta”.
Dietro Robert Edwards non c’era il demonio, come sembra sospettare la Chiesa. C’era una grande passione per la scienza, e il tentativo di soddisfare il desiderio di maternitÓ di donne che, per vari motivi, non riuscivano a soddisfare in modo naturale questo loro legittimo, spesso disperato desiderio. Da allora ad oggi centinaia di migliaia di donne in tutto il mondo hanno provato la gioia di stringere tra le braccia un neonato, di cullarlo, di allattarlo, di crescerlo. La gioia di essere madri, che per qualche motivo era stato loro negato. Non sempre la natura Ŕ benigna. Lo sappiamo. Sia benvenuta dunque la scienza quando ci aiuta a superare un ostacolo naturale, quando ci offre una nuova possibilitÓ. “Fatti non foste a viver come bruti”, ci ricorda il Poeta, “ma per seguir virtute e canoscenza”.
Il premio Nobel a Robert Edwards non certifica solo il valore scientifico della sua opera, che del resto nessuno ha messo in dubbio, ma anche il valore etico di una scoperta: la sua tecnica viene sempre pi¨ spesso usata in una societÓ che vede allungare i tempi di vita, slittare il momento dell’autonomia economica, ritardare le scelte di maternitÓ. La scoperta di Edwards e ha lasciato aperta una possibilitÓ , e quindi ha esteso la libertÓ di scelta delle donne in materia riproduttiva. Ed Ŕ proprio questa libertÓ di scelta, che le donne debbono a Robert Edwards, che indigna monsignor Carrasco, presidente dell’Accademia per la Vita. ╚ questa libertÓ di scelta lo scandalo vero, la possibilitÓ per le donne di decidere, di andare oltre il limite loro imposto, in molti casi, dalla natura.
Si chiudano dunque i laboratori, dietro ogni scienziato si intravede il Maligno (che del resto ispir˛ giÓ a suo tempo persino Galileo).

* la Repubblica, 5 ottobre 2010

 

 

 


 


 

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEL LIBERO PENSIERO "GIORDANO BRUNO" 

Fondata nel 1906

Aderente all' Union Mondiale des Libres Penseurs - International Humanist and Ethical Union

Presidenza nazionale:

prof.ssa Maria Mantello,


Roma

,


e.mail

Presidenza sezione di Roma - Coordinamento Web

prof. Maria Mantello


Roma


e.mail

Presidenza Onoraria e Sezione di Torino:

avv. Bruno Segre


Torino


e.mail , e.mail2

 
 
 
 
 
 
 
 

Direttore Responsabile: Maria Mantello 

: